Ora e sempre casoncelli!
La pasta ripiena protagonista dell’evento a Bergamo

E’ stato un grande successo la manifestazione De Casoncello, giornata di celebrazione della tradizionale specialità bergamsca (rivendicata per la verità anche dai bresciani) che ha tenuto banco nella città orobica venerdì 13 maggio.

De Casoncello ha unito festa, folklore, celebrazione storica, analisi culturale e (soprattutto) ottima gastronomia. Il tutto per celebrare il 630° compleanno della squisita pasta ripiena: era il 13 maggio 1386 quando più di duemila persone si riversarono per le vie della città felici che la nuova signoria di Gian Galeazzo Visconti aveva liberato la città dal tiranno Bernabò Visconti. Furono serviti trecento taglieri di casoncelli.

 

La definizione precisa della ricetta dei casoncelli è giunta nell’Ottocento, giacché quelli precedenti erano diversi dagli attuali, proponevano sfumature agrodolci avvicinandosi in qualche modo ai tortelli mantovani di zucca
Tante le postazioni in città che servivano la deliziosa pasta ripiena. Se ne sono gustate varie tipologie perché si sa, ogni famiglia, ogni ristorante, ogni cuoco ha la sua ricetta che, naturalmente, considera la migliore
Le vie della città erano gremite, a imitazione di quanto accaduto 630 anni prima. La rievocazione è stata curata dal Gruppo Folcloristico B.Colleoni di ‪Martinengo e dal Gruppo Storico Ubiale Clanezzo‬

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017