07/12/2017

Oggi vado a mangiare da Taste

Nuova sede per il ristorante didattico dell’Istituto Alberghiero iSchool di Bergamo. Un’esperienza iniziata nella Domus nell’aprile 2016 e che ha conquistato da subito il cuore degli avventori

Un ristorante/scuola gestito dagli allievi per potersi misurare con gli appassionati del buon cibo e mettere la teoria in campo, confrontarsi con la vera cucina e con i commensali che la giudicano. Succede a Bergamo, nell’eclettica piazzetta di Palazzo Zanchi; venerdì 24 novembre ha riaperto il rinnovato “Taste, A School Restaurant Experiece”, ristorante didattico dell’Istituto Alberghiero iSchool, dove future promesse del mondo gastronomico metteranno alla prova le competenze apprese durante il percorso di studi.

Un’esperienza iniziata nella Domus, di cui avevamo già parlato qui, di piazza Dante nell’aprile del 2016 e che ha conquistato fin da subito il cuore degli avventori: basti pensare che solo negli ultimi sei mesi Taste ha contato più di 4mila coperti.  «Non vediamo l’ora di sperimentare la nuova location e il nuovo mood di Taste. Un luogo dell’anima per noi di iSchool, soprattutto per i nostri ragazzi che grazie alla pratica del ristorante didattico aperto al pubblico hanno beneficiato di una straordinaria crescita professionale. Grazie a un corpo docente formato da cuochi e formatori accreditati ed esperti del mondo della ristorazione, stiamo collaborando con i più riconosciuti professionisti del settore riuscendo ad offrire ai nostri ragazzi esperienze uniche, anche all’estero, permettendo agli studenti un confronto diretto con le esperienze di altri paesi e fornendo occasioni di contatto e di scambio», anticipa Valentina Fibbi, titolare con Francesco Malcangi di iSchool.

Guidati, come da tradizione, dallo sguardo attento dello chef Marco Crippa, gli studenti integreranno un’alta e qualificata formazione che prevede anche la formula del catering didattico, cucinando in un ambiente carico di creatività

Guidati, come da tradizione, dallo sguardo attento dello chef Marco Crippa, gli studenti integreranno un’alta e qualificata formazione che prevede anche la formula del catering didattico, cucinando in un ambiente carico di creatività tra il celebre Giroscopio di Arnaldo Pomodoro, ospitato nel cortile del palazzo, e le sculture dal fascino senza tempo firmate da Giuseppe Spagnuolo, Ascesa Diagonale già esposta a Palazzo Reale e alla Galleria Annunciata di Milano, fino ad Alberto Viani, con Odalisca e Nudo Seduto, della Galleria Lorenzelli di Bergamo e la misteriosa Donna con le chiavi di Arman.

E a consolidare questo caleidoscopio di arte, cultura ed enogastronomia, la collaborazione con la 255 Raw Gallery, il polo d’arte e creatività ospitato a Palazzo Zanchi e impegnato nella costante ricerca di nuove realtà espressive, come la mostra “Diabolika Mano”, ospitata fino al 26 gennaio 2018 negli spazi del polo artistico per poi proseguire a marzo con la mostra “Piga & Catalano Mystic Light” e dal 26 maggio al 27 luglio con “Ylenia Manzoni 10 anni Vinil”.  Una contaminazione che arriverà tra i tavoli di Taste con suggestioni artistiche e creative.

Infine, altra grande sorpresa: l’arredamento. Grazie alla partnership con Ghirardelli e altre realtà specializzate, Taste proporrà la formula “Take it. It’s yours” ovvero: ogni pezzo d’arredo potrà essere toccato, spostato, modificato, e…comprato a un prezzo d’eccezione. Perché tutto è un ingrediente: la cucina, l’ambientazione e l’atmosfera unica di Taste.

di Alda Fantin

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017