09/11/2017

Tutto sulla Sagra del manzo all’olio (con ricetta)

Nell’intero mese di novembre i ristoranti di Rovato (Brescia) celebrano la più nota e golosa specialità locale. E se volete provare a prepararla a casa, ecco come dovete fare…

A Rovato, in provincia di Brescia, per tutto il mese di novembre si festeggia con la “Sagra del manzo all’olio”. I ristoranti che partecipano all’iniziativa propongono menu a base di questa specialità appartenente alla più antica tradizione bresciana. Rovato, che si trova sull’asse viario Milano-Venezia, fu infatti per secoli un importante centro commerciale e punto di incontro per gli allevatori di bovini della Valtellina e della Val Camonica. Piatto da tempo apprezzato e riproposto in tutta la provincia, il manzo all’olio è una delle numerose varianti del brasato classico, cotto con verdure e brodo, ma la peculiarità che lo contraddistingue è l’utilizzo delle acciughe, un ingrediente giustificato dalla dominazione veneta, che influenzò la cucina locale con prodotti connessi al mare.

Il menu (su prenotazione) dei ristoranti che aderiscono all’iniziativa prevede casoncelli della tradizione bresciana, manzo all'olio con polenta, dolce, acqua, caffè e coperto al prezzo speciale di 25 euro. Ecco dove potete trovarlo:

Antica cucina De Biagi

Corso Bonomelli, 160 – Tel. 030 7721450

Trattoria Antico Mulino Da Pier
Via Roma, 1 – Tel. 030 7721534

Ristorante Birreria La Loggia
Via Salvella, 18 – Tel. 030723409

Trattoria Da Gina
Via Vantini, 3 – Tel. 030 7721125

Trattoria del Gallo
Via Cantine, 10 – Tel. 030 7240150

Osteria Quattro Rose
Via Orti, 8. – Tel. 030 723027

Agriturismo Alberelle
Via Isonzo, 37 – Tel. 030 7709050

Il menu (su prenotazione) dei ristoranti che aderiscono all’iniziativa prevede casoncelli della tradizione bresciana, manzo all'olio con polenta, dolce, acqua, caffè e coperto al prezzo speciale di 25 euro

Manzo all’olio, ricetta del bar-trattoria Raffa

 

A questa prelibatezza della Franciacorta è dedicato anche un apposito sito internet  www.manzodirovato.it - curato dalla Pro Loco di Rovato, in cui si trovano tutte le promozioni sul manzo all’olio, l’elenco dei ristoratori e delle macellerie, numerose curiosità storiche e, soprattutto, ricette di ieri e di oggi. Riprendiamo, al riguardo, la più antica conosciuta sul manzo all’olio, quella di donna Veronica Porcellaga, una nobildonna rovatese vissuta tra il 1554 e il 1593.

Ingredienti

1 kg carne bovina (scamone o cappello del prete o un taglio simile)
1 bicchiere di olio d’oliva
2 bicchieri di vino bianco
1 spicchio d’aglio
prezzemolo tritato
rosmarino tritato
pepe e sale

Procedimento

La preparazione deve avvenire il giorno precedente a quello in cui intendete consumare il piatto. In una pentola alta mettete l’olio e la carne, lasciate insaporire appena con i profumi elencati, quindi aggiungete sale e pepe, versate il vino e lasciate evaporare a fuoco vivace. Aggiungete poi un bicchiere d’acqua e coprite il tutto. La carne deve cuocere a fuoco moderato per due ore abbondanti, quindi tagliatela a fettine e fatela ricuocere per almeno un’ora. Adagiate delicatamente le fette in un piatto ovale profondo e lasciatele riposare coperte con il loro sugo. Il sugo rimasto è solitamente abbondante quindi potete utilizzarlo il giorno dopo per cuocervi delle patate a spicchi.

di Alda Fantin

In copertina il Manzo all’Olio delle Due Colombe con Polenta, Chef Stefano Cerveni - Ricetta di Nonna Elvira - 1955

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017