04/05/2017

“Ridare valore al cibo” a Brescia

Nell’ambito di Brescia Green, appuntamento sabato 6 maggio con un importante convegno su stili di vita sostenibili e buone pratiche alimentari. Il patrocinio di East Lombardy

Consapevole e sostenibile sono, attualmente, due degli aggettivi più frequentemente utilizzati quando si parla di cibo. In un mondo globalizzato, in cui indifferentemente dal luogo in cui ci si trovi si possono trovare sugli scaffali dei supermercati tacos, sushi e tortellini e sedersi a tavola per assaggiare qualsiasi tipo di cucina etnica, parlare di buone pratiche alimentari è fondamentale. Al tema sarà dedicato il convegno “Ridare valore al cibo” che, sabato 6 maggio nell’ambito del Festival dell’ambiente e degli stili di vita sostenibili “Brescia Green”, accenderà i riflettori sul cibo e sui circuiti virtuosi che ne fanno un’importante risorsa del territorio.

Ospiti delle quattro province introdurranno case history ed esperienze sul territorio che vogliono tracciare la strada verso un circuito virtuoso anche nel nostro nutrirsi quotidiano 

Ad animare e promuovere le riflessioni di “Ridare valore al cibo” è East Lombardy - Regione Europea della Gastronomia 2017 in partnership con S.Pellegrino che riunisce sotto lo “stesso tetto” Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova nel nome della promozione dei territori grazie al cibo. La diffusione delle buone pratiche e dei progetti sostenibili nella Lombardia Orientale fa da sottotraccia alla giornata di lavoro – che sarà aperta dal vicesindaco di Brescia Laura Castelletti e all’assessore Felice Scalvini che ha la delega alla Ristorazione socio-scolastica - in cui a portare testimonianza della loro esperienza saranno Giacomo Ribaudo del Biodistretto di Bergamo, Luigi Maraschi della Cooperativa sociale Cauto di Brescia attiva da anni nella lotta allo spreco, e Giusi Brignoli dell'associazione Nazareth di Cremona che si occupa di inclusione sociale. Nella mattinata, con il coordinamento di Livia Consolo, interverranno anche Simon Maurano dell’Università di Bergamo e Roberto Archi che porterà la testimonianza dell’utilità dell’orto e della cucina nelle scuole partendo dalla sua esperienza in un istituto comprensivo di Mantova.

I tavoli pomeridiani saranno introdotti da Lorenzo Berlendis, vicepresidente di Slow Food Italia che ha avviato a Bergamo l'iniziativa dei “Mercati della Terra” in collaborazione con il Comune e che, non per caso, affronterà il tema “Ridare valore al cibo con i progetti dei territori”. In chiusura il confronto, in tavoli separati, tra i progetti sostenibili dei territori di East Lombardy nel quale saranno impegnati gli assessori Leyla Ciagà (Bergamo), Andrea Caprini (Mantova) e Rosita Viola (Cremona).

 di Mariella Caruso

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017