23/03/2017

Le grandi gelaterie di East Lombardy

Ben tre prestigiosi riconoscimenti per i grandi coni e le squisite coppette in Lombardia Orientale dalla nuova guida Gelaterie d’Italia 2017 del Gambero Rosso

East Lombardy è protagonista di Gelaterie d'Italia 2017, la prima guida del Gambero Rosso dedicata alle migliori gelaterie italiane e ai più bravi maestri del brivido, quelli che rendono onore alla grande tradizione dell'arte fredda con veri capolavori del gusto. Delle oltre 37.000 gelaterie presenti nello Stivale, nella guida ne entrano meno di 300, valutate con un punteggio che va da zero a tre Coni a seconda del livello di eccellenza raggiunto. Di queste solo 36 guadagnano gli ambiti Tre Coni, il punteggio massimo, per qualità del servizio, offerta, e soprattutto qualità del prodotto.

Nel podio spiccano molti volti noti che hanno fatto la storia della gelateria italiana, affiancati da talenti che, forti di studio e ricerca continua, grande tecnica, tanta curiosità e passione, hanno saputo imporsi sul panorama nazionale. Tra questi Riccardo Schiari, proprietario della bergamasca  «La Pasqualina» di Almenno San Bartolomeo, una pasticceria, gelateria e caffetteria premiata Tre Coni. Riccardo ha brevettato, prendendo spunto dal contenitore per le uova, un contenitore per il gelato con uno spazio riservato a ogni gusto: è un’innovazione che ha avuto un gran successo poiché tutela i clienti che soffrono di allergie o intolleranze ma che non vogliono rinunciare ai loro gusti preferiti. 

Massimo riconoscimento per La Pasqualina di Almenno San Bartolomeo (Bg). Gelateria emergente è Ciocolat a Toscolano Maderno (Bs). Premio speciale Gusto e Salute all’Oasi di Fara Gera d’Adda (Bg)

E poi, oltre ai 36 Tre Coni, la Guida alle Gelaterie d'Italia ha assegnato anche premi speciali. Molti sono finiti a locali della Lombardia Orientale: Gelatiere emergente è Carmela Grotta di «Ciocolat» di Toscolano Maderno (BS), per i giudici sa «sorprendere per la qualità della proposta (...) e il tutto è arricchito da viva fantasia, misura negli abbinamenti e attenzione alle intolleranze». Il gelato che fa bene alla salute invece è made in Bergamo: è quello firmato da Candida Pelizzoli, fondatrice e titolare della Gelateria American Bar OASI di Fara Gera d’Adda che ha ricevuto il premio speciale “Gusto & Salute”. Un riconoscimento che premia anni di studio, ricerca, cura e attenzione data al gelato artigianale come alimento nutrizionale completo: si va dal gusto carota-viola-mora ricco di antociani e caroteni a quello al datterino-lampone fonte di flavonoidi del pomodoro, passando per il mix tra pesca e zafferano con il suo apporto di carotenoidi e carico di fibre. Gusti forti ma allo stesso tempo leggeri, dove dolce e salato si compensano per il piacere dei palati più esigenti e attenti alla salute.

Gelaterie d’Italia non si limita a suggerire dove andare, ma spiega il perché, facendo chiarezza sul tema dell’artigianalità, un ambito in cui in Italia regna molta confusione per la mancanza di una legislazione ad hoc che ne circoscriva e delinei in maniera precisa i confini. In alcuni casi, infatti, si possono definire artigianali anche le gelaterie che producono con basi e paste pronte. In attesa di leggi efficaci, questa guida è nata anche per riconoscere il merito di chi produce davvero onorando la tradizione: con latte e altri ingredienti freschi e nel rispetto della stagionalità perché il gelato sia sano, oltre che buono.

Gelaterie d'Italia | Gambero Rosso, 2017 è già disponibile on line. In libreria dalla fine di marzo 2017.

 

Di Alda Fantin

Foto 1: Foto da www.lapasqualina.it
Foto 2: Foto dalla pagina Facebook della Gelateria Ciocolat

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

I nostri partner