11/03/2017

Porteri, quasi un secolo e mezzo di qualità a Brescia

Fu la prima gastronomia della Lombardia, ora è anche trattoria: in un caso e nell'altro, protagoniste sono le eccellenze agroalimentari del territorio, selezionate sempre dalla stessa famiglia

Dal 1875 la Salumeria Porteri delizia i clienti con i prodotti territoriali di grande qualità, che sono protagonisti anche dei piatti serviti nella trattoria attigua.

Questa di Brescia è la gastronomia più antica dell’intera Lombardia: risale al 1875 e oggi è gestita da Francesca e Marco Porteri, figli di patron Raoul, quinta generazione che porta avanti l’attività di famiglia.

In realtà il locale sarebbe sorto anche prima del 1875, ma quella data è riportata nel primo documento cartaceo che la famiglia possiede, una sorta di registro delle imprese. La dicitura è:  “Attività alimentari di Porteri Antonio”, uno dei bisnonni. La famiglia giunse dalla Valle Trompia, in particolare dal comune di Marcheno, e si spostò in città proprio in quel periodo, quando via Trento – dove si trova il locale - ancora non faceva parte di Brescia ma di un piccolo borgo circondato dal verde.

«Il nostro è un locale storico perché siamo rimasti sempre al civico 52 di via Trento, senza cambiare gestione mai – spiega Francesca Porteri - Ci sono poche attività con queste caratteristiche in Lombardia».

Raoul Porteri: «È un lavoro che richiede disciplina. A me l’ha insegnata mio padre e io ho cercato di farlo con loro: precisione, qualità, pulizia, onestà. Fare le cose in modo sincero è fondamentale»

Raoul, sempre assistito come anche ora dalla moglie, è stato il primo in città a lavorare nei catering, il primo a portare la sua cucina fuori dalle mura del proprio locale appoggiandosi a strutture esterne: attività ora dismessa, avendo nel frattempo la trattoria adiacente alla salumeria. La Trattoria Porteri, un grande sogno realizzato, è diventata realtà quando il patron ha potuto acquisire uno spazio che si era liberato accanto alla loro prima attività: inizialmente strutturata con quaranta coperti, oggi può vantare un centinaio di posti a sedere.

«La mia Francesca onora assieme a suo fratello (mi piace usare ancora le parole di un tempo, io ho più di 70 anni) il nostro passato, pensando al futuro - spiega Raoul Porteri -  Se io dovessi immaginare la nostra storia, che ha 141 anni, come un libro che si chiude con un polverone mi verrebbe una stretta al cuore. Invece ho i miei figli che, pur avendo altre possibilità, hanno scelto di continuare questa attività, perché ci credono. È un lavoro che richiede disciplina. A me l’ha insegnata mio padre e io ho cercato di farlo con loro: precisione, qualità, pulizia, onestà. Fare le cose in modo sincero è fondamentale. Quando scendo la mattina presto e vedo i miei figli e la mia cucina, con collaboratori eccezionali, ed è tutto ordinato e pulito, anche dove nessuno andrà a controllare… sono davvero orgoglioso».

Il primo fornitore della trattoria è proprio la salumeria: da lì arrivano prosciutti, formaggi e pasta fresca, mentre vengono venduti direttamente in gastronomia piatti pronti, lasagne, cannelloni, carne, pesce, salumi e formaggi, di cui Raoul va molto fiero. La famiglia Porteri punta infatti sul “km 0” e in generale sulle specialità agroalimentari della provincia di Brescia, a partire dalla Valle Camonica che è ricca di pascoli e di produzioni casearie, mentre i cotechini e i salami cotti provengono dalla bassa bresciana.

Sia la gastronomia che la trattoria sono molto conosciute e frequentate dalla clientela straniera, che si affida ai Porteri anche per ricevere le diverse specialità con spedizioni in tutto il mondo.

 

Salumeria Porteri di Raoul Porteri

Via Trento 52, Brescia

030.301833

trattoriaporteri.cominfo@trattoriaporteri.it

Aperto dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 20:00, la trattoria è aperta pranzo e cena

 

Di Elisa Pella e Chiara Nicolini

Foto di Sonia Santagostino

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

Main sponsor

Clicca sui loghi per leggere le news

Partner