18/01/2017

Pizzighettone in festa: Tripa di San Basian e Buongusto d’Inverno

Dal 19 al 22 gennaio, in occasione della Sagra patronale, torna la ras-segna gastronomica dedicata alla trippa e alle specialità locali. E se non vi basta, il 21 e 22 gennaio, c’è l’altra kermesse…

“Mangià la buseca de San Bassan, vör di sta ben tüt l’an”, ovvero mangiare la trippa di San Bassiano vuol dire star bene tutto l’anno, recita un proverbio. Sarà per le antiche credenze bene auguranti o per le sue caratteristiche gastronomiche, fatto sta che la trippa è una di quelle specialità con la S maiuscola. Amata nei tempi antichi, come in quelli moderni. E Pizzighettone celebra in grande la festa dedicata a questo piatto tradizionale, in occasione del Santo Patrono.

Un piatto antico, che unisce storia e tradizione - Sembra che il suo consumo risalga a tempi molto lontani, addirittura ai greci e ai romani. Ma anche senza andare così indietro nel tempo, si comprende subito perché incarni una delle migliori espressioni della tradizione contadina e della cultura degli avanzi. L’allevamento del maiale è sempre stato molto diffuso a livello regionale. E la trippa è ricavata da una delle parti più povere del maiale, lo stomaco: per questo ha rappresentato, fino alla prima metà del ‘900, una delle pietanze più consumate dal popolo, dalle famiglie meno abbienti.

Realtà e leggenda… - Un piatto povero, si diceva dunque, ma ricco, di proteine, sali minerali, ferro e vitamine. E di gusto. Contrariamente a quanto si possa pensare, vanta inoltre una quantità limitata di grassi. Le credenze popolari inoltre le attribuiscono qualità quasi “magiche.” Si narra che questo alimento nei secoli abbia contribuito a sfamare il popolo e a renderlo più forte contro le epidemie di peste.

…che merita il suo momento di gloria - Con queste premesse non stupisce che oggi stia tornando alla ribalta, vivendo una vera e propria rinascita.Che in tempo di crisi si stia riscoprendo la tavola contadina di una volta, in cui non si butta via niente: la cucina vera, dei sapori intensi e della condivisione, dei rituali e della tradizione.E le feste, le sagre, gli eventi organizzati dal territorio restano le espressioni più autentiche per rievocarla.

La festa andrà in scena nella cornice della suggestiva cerchia muraria medievale di Pizzighettone, nelle cosiddette casematte, ambienti a volta di botte all'interno delle mura che lambiscono per intero il centro storico a cavallo del fiume Adda

Come a Pizzighettone, che la festeggia per San Bassiano - A Pizzighettone, in occasione della Sagra Patronale di San Bassiano, il Lions Club “Pizzighettone Città Murata” organizza la Trìpa de San Bàsian, ovvero l’evento dedicato alla trippa e alle specialità locali. San Bassiano è patrono della città, oltre che di Lodi, il che non sembrerebbe essere casuale: si dice che un gruppo di lodigiani, ai tempi di Federico Barbarossa, fuggì dalla distruzione delle proprie case trovando rifugio proprio a Pizzighettone. Qui, dopo essersi insediati, gli scampati continuarono a mantenere vive le loro tradizioni, comprese quelle religiose, come quella di San Bassiano in cui si consumava la trippa.

Nella scenografica e storica cornice delle casematte - La festa andrà in scena nella cornice della suggestiva cerchia muraria medievale di Pizzighettone, nelle cosiddette casematte, ambienti a volta di botte all'interno delle mura che lambiscono per intero il centro storico a cavallo del fiume Adda. Un’occasione straordinaria per riscoprire antichi sapori comodamente seduti al caldo dei camini, in un contesto mozzafiato.

Menu a prezzi agevolati e possibilità di asporto

I menu prevedono ovviamente un bel piatto di trippa e un altro a scelta fra formaggi, salumi, polenta e gorgonzola e cotechino (19 e 20 gennaio dalle 19 alle 23, con possibilità di prenotazione tavoli; 21 gennaio dalle 11 alle 23; 22 gennaio dalle 11 alle 21).

E il percorso gastronomico continua…con Buongusto - Ma il percorso gourmet è più ampio, perché la cerchia muraria il 21 e il 22 ospita anche Buongusto d’Inverno (versione invernale dell’apprezzata mostra mercato ‘BuonGusto’ autunnale), rassegna a ingresso gratuito promossa da Pizzighettone Fiere dell’Adda.  E se la Tripa de San Basian è un’esperienza di esplorazione delle tipicità locali, Buongusto rappresenta invece un viaggio all’interno del gusto e dei sapori del Belpaese. Il meglio delle nostre produzioni enogastronomiche e agroalimentari (produttori, consorzi, aziende agricole e vitivinicole e commercianti specializzati), lungo un percorso espositivo unico.

Elisa Nata

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017