22/11/2016

Le videoricette di East Lombardy

Ogni martedì e giovedì i grandi piatti dei quattro territori spiegati passo passo da alcuni dei loro chef più rappresentativi. Ovviamente su eastlombardy.it

Partono le videoricette di East Lombardy. Il grande progetto di valorizzazione della Lombardia Orientale, nominata Regione Europea della Gastronomia 2017, non poteva infatti trascurare lo strumento audiovisivo per promuovere l’eccellenza dei quattro territori attraverso la realizzazione di alcuni dei loro piatti più golosi.

Tutto ciò sarà reso possibile dalla collaborazione di East Lombardy con la scuola di cucina Arte del Convivio – Convivium Lab di Milano. Nella sede di quest’ultima, in corso Magenta 46, sono state dunque registrate venti videoricette, cinque per ogni provincia del progetto (Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), con il fine di valorizzare le trattorie della Lombardia Orientale e la loro tipicità in cucina. 

Le prime videoricette verranno pubblicate a partire da martedì 22 novembre, su East Lombady e sui social network. Esordirà quella del Caffè la Crepa di Isola Dovarese (Cr), il suo chef Franco Malinverno presenterà i Tortelli amari alle erbe San Pietro; successivamente la videoricetta di Maurizio Pesenti della Trattoria Dentella di Bracca (Bg), con Riso Carnaroli ai Formai de Mut; e ancora il video di Emilio e Lorena Zanola della Trattoria Castello di Serle (Brescia) con Stoccafisso con i marroni del nostro castagneto. Poi sarà la volta dell’Hostaria Viola di Castiglione delle Stiviere (Mn), Alessandra Viola preparerà Petto di faraona alla Bartolomeo Stefani. E così via, pescando tra le migliori insegne delle quattro province.

L’appuntamento è ogni martedì e giovedì, per conoscere tutte le preparazioni più gustose dei quatto territori, accompagnati da cuochi di livello e sempre focalizzando sulla tradizione del posto.

Ecco il calendario completo: dopo i quattro citati sarà la volta di Il Gabbiano di Corte de’ Cortesi (Cr); Collina di Almenno San Bartolomeo (Bg); La Madia di Brione (Bs); Da Pietro di Castiglione delle Stiviere (Mn); Locanda degli Artisti di Cappella de’ Picenardi (Cr); Lalimentari di Bergamo (Bg); Osteria dell’Angelo di Gussago (Bs); Finis Terrae di Mantova (Mn); Via Vai di Ripalta Cremasca (Cr); Vineria Cozzi di Bergamo (Bg); Antica Trattoria alle Rose di Salò (Bs), Da Bortolino di Viadana (Mn); Trattoria dell’Alba di Piadena (Cr); Al Gigianca di Bergamo (Bg); Il Tartufo di Revere (Mn). Deve essere ancora definito un ultimo indirizzo bresciano.

Un'anteprima esclusiva di questa iniziativa si è avuta sabato 29 ottobre quando è stata presentata nello spazio Saps-Agnelli Cooking Lab di Lallio, in provincia di Bergamo, la ventisettesima edizione della guida di Slow Food 2017, che raggruppa tutte le osterie e i locali popolari d’Italia. In quest'occasione quattro dei ristoranti chiocciolati presenti in guida si sono esibiti in uno show cooking a "quattro fuochi" coordinati da Silvia Tropea Montagnosi, esperta food di riferimento per EastLombardy-Bergamo e coordinatrice per la Lombardia per la guida osterie di Slow Food.

Durante lo show cooking del 29/10 i quattro chef facenti parte del territorio della Lombardia Orientale hanno portato altrettanti loro piatti storici: Maurizio Dentella della Trattoria Dentella di Bracca (Bergamo) ha proposto la Crespella al formai de mut Alta Valle Brembana DOP e tartufo nero di Bracca; Alessandra Viola e Paolo Socini dell’Hostaria Viola di Castiglione delle Stiviere (Mantova) il Riso alla Pilota con riso vialone nano di Grumolo delle Abbadesse e il pesto speziato della salamella mantovana; La Madia di Brione (Bs) il Maiale stracotto al tè rooibos con crema di mele; ultimo ma non ultimo, Federico Malinverno del Caffè la Crepa di Isola Dovarese (Cremona) il Semifreddo al torrone di Cremona con limoni del Garda.

Gli appuntamenti per scoprire le eccellenze gastronomiche di EastLombardy non mancano di certo: ora è il momento di assaggiarle.

 

Di Chiara Nicolini

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017