Raccontare la civiltà dell’alpeggio
A Bergamo un calendario di appuntamenti

Le Orobie, Prealpi bergamasche, sono una delle aree più ricche di biodiversità tra gli ecosistemi montani d’Europa. Il progetto MUT Civiltà dell’alpeggio intende, quindi, analizzare e far conoscere quest’antica pratica: gli sviluppi dell’economia agricola stanno, infatti, mettendo a rischio la memoria di tale realtà.

Orobie Eventi 2016 ha allestito una mostra fotografica e programmato una serie di convegni e incontri con la partecipazione di esperti, racconti di casari, esperienze guidate di degustazione. Il motivo? Creare una linea di continuità, ma anche un confronto, tra l’alpeggio e le nuove esigenze economiche e sociali.

Il 14 ottobre si è tenuto il convegno Alpeggio e biodiversità. La storia, le pratiche, le prospettive presso la Sala Mosaico della Borsa Merci di Bergamo. Molti gli spunti toccati: la biodiversità, la tutela, l’utilizzo, la caseificazione e le storie dei personaggi.
Nel Sentierone di Bergamo sono esposte le fotografie di Marco Mazzoleni: la mostra è composta da 40 pannelli, dedicati sia ai paesaggi naturali, che ai protagonisti dell’alpeggio e alle loro attività. Si vuole porre l’attenzione sull’identità dei protagonisti: i casari, i pastori, l’ambiente circostante, perennemente a confronto con le nuove realtà economiche e sociali.
Sabato 22, in collaborazione con Mercato della Terra di Slow Food Lombardia in piazza Dante, si è tenuta anche una dimostrazione di produzione di formaggio con un alpeggiatore, contemporaneamente alla visita guidata alla mostra fotografica con l’autore, il fotografo Mazzoleni.

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017