11/10/2016

Mantova e Cremona celebrano la mostarda

Tutto pronto per il Festival dedicato all’eccellenza lombarda, il 15 e 16 ottobre. Appuntamenti nelle due città del progetto Erg, ma anche a Pavia e Milano

La mostarda: eccellenza della tradizione lombarda. Ed è per questo che, per il secondo anno consecutivo, si tiene il Festival della Mostarda. Non solo le città di Mantova e Cremona, ma anche Pavia, e in parte Milano, saranno la culla di questo evento, grazie alla collaborazione fra Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio di Mantova, Cremona e Pavia.

Il festival vuole valorizzare un prodotto culinario tipico dell’Italia settentrionale e metterne in mostra le nuove interpretazioni, in cui la tradizione gastronomica incontra la cucina contemporanea.

Il 15 e 16 ottobre a Cremona e Mantova numerosi saranno gli appuntamenti stabiliti, tra visite guidate, talk show, degustazioni e laboratori per bambini, il tutto alla presenza delle istituzioni, di chef illustri e produttori di mostarda. Dal 15 ottobre in poi i ristoratori delle due città proporranno piatti a tema nei loro ristoranti.

«Dopo il riscontro ottenuto lo scorso anno siamo lieti di presentare la seconda edizione del Festival della Mostarda, che promuove un’eccellenza della cucina lombarda. – dichiara l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava – Attraverso la manifestazione, che coinvolge quest’anno anche la produzione pavese, ci poniamo l’obiettivo di valorizzare un grande prodotto tipico declinandolo in maniera classica o innovativa, grazie all’abilità degli chef e alla passione dei produttori locali. Ma sempre nel segno della qualità».

Numerosi saranno gli appuntamenti, tra visite guidate, talk show, degustazioni e laboratori per bambini, il tutto alla presenza di chef illustri e produttori di mostarda. Dal 15 ottobre in poi i ristoratori delle due città proporranno piatti a tema nei loro locali

Il calendario è ricco d’impegni: il weekend del 15 e 16 ottobre si terrà a Mantova una visita guidata a Palazzo Te, luogo di feste per i principi di Mantova nel Rinascimento. Il percorso terminerà, ovviamente, con un piccolo assaggio di mostarda.  Ingresso dalle 19:30 alle 22:30, gratuito fino a esaurimento posti. Il giorno successivo, nella Loggia del Grano di Palazzo Andreani, è prevista dalle 10 alle 19 l’esposizione e degustazione di eccellenze gastronomiche, con i produttori di mostarda, il Consorzio Tutela Grana Padano e il Consorzio Parmigiano Reggiano. E a partire dalle 16, sempre nella Loggia del Grano, prenderà il via un talk show condotto da Paolo Massobrio, giornalista enogastronomico, con focus sulle cascine lombarde e la loro cucina rurale.

Mentre a Cremona, nello stesso weekend, il festival si terrà nel PalaMostarda, presso i Giardini Pubblici di Piazza Roma, dalle 10 a mezzanotte il primo giorno, fino alle 19 il secondo. Domenica 16 alle 10:30 è previsto l’incontro “Ugo Tognazzi, tra cinema e cucina, con un pizzico di Mostarda” con Fabrizio Natalini e alle 12 verrà presentato il Gran Bollito Cremonese con la Mostarda, infine dalle 16 verrà presentato il gelato gastronomico alla Mostarda e il sorbetto, in collaborazione con l’Accademia Italiana della Cucina.

Finirà il tutto dal 5 al 7 novembre a Milano, in cui a Golosaria è previsto un focus sul Festival della Mostarda, con la partecipazione di Regione Lombardia Agricoltura, in un’area espositiva con degustazioni di diverse specialità di Mostarda, offerta dai produttori locali.

Chiara Nicolini

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017