10/10/2016

Onore al riso: Mantova celebra l'eccellenza locale

Termina a fine mese la kermesse dedicata al Vialone Nano, che lancia la sfida al Carnaroli

Viaggiando da e verso Mantova in auto vi capiterà senz'altro di imbattervi in cartelli stradali che indicano la cosiddetta “Strada del Riso”. Se amate la gastronomia vi lascerete incuriosire a tal punto da approfondire online e scoprire un vero e proprio percorso che si snoda attraverso tutta la provincia mantovana e che celebra la storia e le tradizioni culinarie di questo pianeggiante territorio.

La “Strada del riso” attraversa una parte della provincia dove il panorama è da sempre caratterizzato dalla presenza di risaie e riserie, esclusivamente dedicata al culto del Vialone Nano, che in queste valli raggiunge il massimo della propria eccellenza.

E' in questo contesto che l'Associazione Strada del Riso Mantovano organizza la Fiera del Riso Vialone Nano, giunta oggi alla decima edizione: fino al 31 ottobre in Piazzale Levoni, ampio spazio antistante il centro commerciale "La Favorita". Quasi un mese di festeggiamenti che vedranno alternarsi cuochi e riserie di Bigarello, Castelbelforte, Ostiglia, Castel d’Ario, Roncoferraro, Roverbella, Serravalle a Po, e Villimpenta.

La Fiera del Riso vanta ogni anno oltre 100mila presenze, in costante crescita, ed è soltanto una delle “valvole di sfogo” di una produzione agricola che attualmente occupa circa mille ettari

stradadelriso.it

 

E c'è da scommettere che la battaglia per ottenere il titolo di miglior risotto della festa sarà davvero agguerrita e ogni paese farà l'impossibile per conquistare il pubblico con le proprie ricette, che tra l'altro potete consultare online sul sito ufficiale: www.stradadelrisomantovano.it/menu.php

E se volete riprodurre a casa le ricette badate bene di non sostituire il Vialone Nano con il Carnaroli, perché su questo aspetto i maestri del risotto mantovano sono categorici. Anzi, lanciano la sfida all'altra varietà più famosa d'Italia senza timori reverenziali, forti di una tradizione antichissima (si hanno testimonianze risalenti al Sedicesimo secolo) e di un sapere artigiano che si fonde con la conformazione naturale del territorio, l'architettura rurale e l'abbondante presenza di acqua.

La Fiera del Riso vanta ogni anno oltre 100mila presenze, in costante crescita, ed è soltanto una delle “valvole di sfogo” di una produzione agricola che attualmente occupa circa mille ettari all'interno dei confini del Po a sud e della provincia veronese a nordest. La produzione del Vialone Nano Mantovano oggi si aggira intorno ai 54.000 quintali.

Se non conoscete così bene questa varietà (o se vi occorre una scusa per andare alla Fiera del Riso Mantovano) sappiate che le caratteristiche visive del chicco, in viaggio verso il riconoscimento Igp, sono il colore bianco, la forma tondeggiante, la striscia assente e la perla centrale estesa. Mentre per le caratteristiche gustative il consiglio è naturalmente di andare in prima persona ad assaggiare i risotti in Fiera!

Fabio Rinaldi

Foto in copertina: mantovastrada.it

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017