Biblioteca Teresiana

Descrizione

La Biblioteca Comunale Teresiana ha profonde radici storiche nel tessuto socio-culturale della città e della provincia; vanta oltre due secoli di attività, essendo aperta al pubblico quasi ininterrottamente dal 1780. È una biblioteca storica e di conservazione, che contiene opere rare e di pregio legate alla città e al territorio mantovano: manoscritti, incunaboli, carteggi e stampe e il più importante fondo ebraico cabalistico del mondo. Voluta da Maria Teresa d’Austria e a lei intitolata, si distingue per il particolare valore del suo patrimonio antico che la fa annoverare tra le principali biblioteche italiane. Gli ambienti di grande imponenza e le sale di lettura furono realizzate su disegno di Paolo Pozzo. La sua fondazione si inquadra nel piano di riforme illuminate, programmate dal governo viennese per stimolare la crescita culturale delle popolazioni di tutto l’impero attraverso l’istruzione e la ricerca scientifica. Dal 1881 è di proprietà comunale divenendo luogo identitario di una comunità e vivo istituto di raccolta e rielaborazione della memoria scritta collettiva. 


Grazie alle collezioni e servizi erogati si caratterizza come: biblioteca storica e di conservazione, volta allo studio e alla ricerca sul libro antico e la storia locale; luogo di conservazione di opere rare e di pregio relative alla memoria della città e del territorio mantovano; punto di riferimento per le ricerche sul fondo librario, documentario e dei periodici locali; punto di erogazione del servizio di prestito, consultazione e informazione bibliografica specializzata.
Eroga inoltre i servizi bibliotecari di pubblica lettura in cooperazione con la Biblioteca Mediateca Gino Baratta, per favorire il libero accesso ai servizi informativi, la promozione della lettura e lo scambio interculturale tra le diverse comunità sul territorio.
Garantisce il prestito e la consultazione di tutto il materiale posseduto, fatte salve le necessità di tutela del materiale raro e di pregio; la consulenza bibliografica, fornitura e distribuzione di documenti anche a favore di altre istituzioni bibliotecarie; l’accesso ai cataloghi di altre Biblioteche tramite la rete Internet e l’accesso ai propri fondi speciali.

Continua

La Biblioteca Comunale Teresiana ha profonde radici storiche nel tessuto socio-culturale della città e della provincia; vanta oltre due secoli di attività, essendo aperta al pubblico quasi ininterrottamente dal 1780. È una biblioteca storica e di conservazione, che contiene opere rare e di pregio legate alla città e al territorio mantovano: manoscritti, incunaboli, carteggi e stampe e il più importante fondo ebraico cabalistico del mondo. Voluta da Maria Teresa d’Austria e a lei intitolata, si distingue per il particolare valore del suo patrimonio antico che la fa annoverare tra le principali biblioteche italiane. Gli ambienti di grande imponenza e le sale di lettura furono realizzate su disegno di Paolo Pozzo. La sua fondazione si inquadra nel piano di riforme illuminate, programmate dal governo viennese per stimolare la crescita culturale delle popolazioni di tutto l’impero attraverso l’istruzione e la ricerca scientifica. Dal 1881 è di proprietà comunale divenendo luogo identitario di una comunità e vivo istituto di raccolta e rielaborazione della memoria scritta collettiva. 


Grazie alle collezioni e servizi erogati si caratterizza come: biblioteca storica e di conservazione, volta allo studio e alla ricerca sul libro antico e la storia locale; luogo di conservazione di opere rare e di pregio relative alla memoria della città e del territorio mantovano; punto di riferimento per le ricerche sul fondo librario, documentario e dei periodici locali; punto di erogazione del servizio di prestito, consultazione e informazione bibliografica specializzata.
Eroga inoltre i servizi bibliotecari di pubblica lettura in cooperazione con la Biblioteca Mediateca Gino Baratta, per favorire il libero accesso ai servizi informativi, la promozione della lettura e lo scambio interculturale tra le diverse comunità sul territorio.
Garantisce il prestito e la consultazione di tutto il materiale posseduto, fatte salve le necessità di tutela del materiale raro e di pregio; la consulenza bibliografica, fornitura e distribuzione di documenti anche a favore di altre istituzioni bibliotecarie; l’accesso ai cataloghi di altre Biblioteche tramite la rete Internet e l’accesso ai propri fondi speciali.

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

Main sponsor

Clicca sui loghi per leggere le news

Partner