GARDA COLLI MANTOVANI DOC

Descrizione

La tradizione vitivinicola, come in altre parti d’Italia, è antichissima: furono i Romani a introdurre per primi la coltivazione della vite, il cui prodotto venne consumato o venduto. Nel Medioevo proseguì la coltivazione della vite, che venne resa molto fruttuosa in termini economici dalle nobili famiglie mantovane a partire dalla fine del 1500. Le vigne erano poste sulle colline affianco alle cantine, così da sfruttare le migliori condizioni climatiche. Anche queste vigne però subirono nell’Ottocento l’attacco della fillossera, un insetto che attacca le radici delle viti e fa morire la pianta stessa. Ci volle molto tempo per recuperare il recuperabile, ma il lavoro di decenni premiò i produttori di questo vino nel 1976 quando più di mille ettari di terreni collinari ottennero il marchio DOC Garda Colli Mantovani.


La zona di produzione è compresa nell’Anfiteatro Morenico del Garda con altitudine massima di 200m, caratterizzata da un clima mite e ventilato. I vini provenienti da questa denominazione sono i seguenti:  

Garda Colli Mantovani DOC bianco  

Garda Colli Mantovani DOC rosato  

Garda Colli Mantovani DOC rosso  

Garda Colli Mantovani DOC Merlot  

Garda Colli Mantovani DOC Cabernet  

Garda Colli Mantovani DOC Chardonnay  

Garda Colli Mantovani DOC Pinot bianco  

Garda Colli Mantovani DOC Pinot grigio  

Garda Colli Mantovani DOC Sauvignon 

 

Per ogni tipologia il disciplinare regola le quantità massime dei vitigni consentiti, le forme di allevamento, la quantità massima di uva per ettaro dei vigneti e la resa, le norme di vinificazione e le caratteristiche al consumo come colore, odore, sapore, titolo alcolometrico e acidità totale minima. 

Il Garda Colli Mantovani DOC Bianco è un vino fresco e leggero, ottimo per l’aperitivo. Il Garda Colli Mantovani DOC Cabernet è un vino rosso rubino dal gusto tannico e lievemente erbaceo, più indicato con le carni. Il Garda Colli Mantovani DOC Chardonnay deve avere una gradazione alcolica minima di 11°. La tipologia Chiaretto sta bene con piatti leggeri o pesce di lago. Il Merlot può diventare Riserva se invecchiato due anni e ha raggiunto la gradazione minima di 12°. Quindi il Garda Colli Mantovani DOC Rubino è un vino da bere giovane, con gusto leggermente amarognolo. Infine il Sauvignon ha un profumo delicato tendente all’aromatico, vellutato, si abbina perfettamente anche ad antipasti corposi e piatti a base di zucca, pesce o verdura.

Continua

La tradizione vitivinicola, come in altre parti d’Italia, è antichissima: furono i Romani a introdurre per primi la coltivazione della vite, il cui prodotto venne consumato o venduto. Nel Medioevo proseguì la coltivazione della vite, che venne resa molto fruttuosa in termini economici dalle nobili famiglie mantovane a partire dalla fine del 1500. Le vigne erano poste sulle colline affianco alle cantine, così da sfruttare le migliori condizioni climatiche. Anche queste vigne però subirono nell’Ottocento l’attacco della fillossera, un insetto che attacca le radici delle viti e fa morire la pianta stessa. Ci volle molto tempo per recuperare il recuperabile, ma il lavoro di decenni premiò i produttori di questo vino nel 1976 quando più di mille ettari di terreni collinari ottennero il marchio DOC Garda Colli Mantovani.


La zona di produzione è compresa nell’Anfiteatro Morenico del Garda con altitudine massima di 200m, caratterizzata da un clima mite e ventilato. I vini provenienti da questa denominazione sono i seguenti:  

Garda Colli Mantovani DOC bianco  

Garda Colli Mantovani DOC rosato  

Garda Colli Mantovani DOC rosso  

Garda Colli Mantovani DOC Merlot  

Garda Colli Mantovani DOC Cabernet  

Garda Colli Mantovani DOC Chardonnay  

Garda Colli Mantovani DOC Pinot bianco  

Garda Colli Mantovani DOC Pinot grigio  

Garda Colli Mantovani DOC Sauvignon 

 

Per ogni tipologia il disciplinare regola le quantità massime dei vitigni consentiti, le forme di allevamento, la quantità massima di uva per ettaro dei vigneti e la resa, le norme di vinificazione e le caratteristiche al consumo come colore, odore, sapore, titolo alcolometrico e acidità totale minima. 

Il Garda Colli Mantovani DOC Bianco è un vino fresco e leggero, ottimo per l’aperitivo. Il Garda Colli Mantovani DOC Cabernet è un vino rosso rubino dal gusto tannico e lievemente erbaceo, più indicato con le carni. Il Garda Colli Mantovani DOC Chardonnay deve avere una gradazione alcolica minima di 11°. La tipologia Chiaretto sta bene con piatti leggeri o pesce di lago. Il Merlot può diventare Riserva se invecchiato due anni e ha raggiunto la gradazione minima di 12°. Quindi il Garda Colli Mantovani DOC Rubino è un vino da bere giovane, con gusto leggermente amarognolo. Infine il Sauvignon ha un profumo delicato tendente all’aromatico, vellutato, si abbina perfettamente anche ad antipasti corposi e piatti a base di zucca, pesce o verdura.

Dove puoi trovare questo prodotto

Abbinamenti
Il Bianco è ottimo come aperitivo o con antipasti e primi piatti magri, pesce azzurro; il Cabernet invece accompagna bene i secondi di carni rosse, brasati, arrosti, selvaggina, formaggi. Il Chardonnay ben si abbina con pietanze non troppo elaborate, ad esempio nella cucina locale si sposa con le rane. Il rosato, così come il bianco, è ideale con antipasti leggeri e pesce di mare; il Merlot accompagna carni rosse e cacciagione, arrosti e formaggi. Il pinot bianco esalta i formaggi molli, il pesce e verdure, quello grigio invece i formaggi caprini, il pesce e un buon risotto allo zafferano. Infine il Sauvignon accompagna sia piatti con la zucca, che a base di pesce o verdura. 

 

Curiosità

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017