SALMERINO DEL TRENTINO IGP

Descrizione

La presenza del salmerino nelle terre trentine sembra risalire a migliaia di anni fa grazie all’isolamento dei laghi alpini che ne ha permesso la riproduzione indisturbata. Le prime citazioni si trovano in alcuni testi del 1600, dove veniva descritto come un ingrediente molto apprezzato da cardinali, prìncipi e aristocratici.

La storia dell’allevamento del Salmerino inizia in Trentino nel 1879, anno in cui si costruisce il primo stabilimento: è da questo momento che l’attività e la tradizione del Salmerino si estendono a macchia d’olio in tutto il territorio circostante fino alla costituzione nel 1975 dell’Associazione Troticoltori Trentini. 


Simile alla trota, è caratterizzato da carni grigie o arancioni, di colore bianco acceso sul bordo e verde sul dorso. Quello che rende questo pesce molto pregiato è l’indice di corposità, ossia il rapporto tra la massa e la lunghezza stessa dell’animale. La carne è molto magra, tenera e delicata e queste caratteristiche sono dovute alla peculiarità dell’acqua in cui i pesci vengono allevati, ossia molto abbondante e ben ossigenata. I salmerini infatti crescono in vasche alimentate dalle acque di torrenti o fiumi che si trovano all’interno del territorio definito dal disciplinare, con temperatura e quantità di ossigeno controllati. Tutte le fasi di produzione delle uova, fecondazione, tecniche di allevamento, tipologia e temperatura dell’acqua, lavorazione, confezionamento ed etichettatura sono regolamentate dal disciplinare istituito nel 2013.

Continua

La presenza del salmerino nelle terre trentine sembra risalire a migliaia di anni fa grazie all’isolamento dei laghi alpini che ne ha permesso la riproduzione indisturbata. Le prime citazioni si trovano in alcuni testi del 1600, dove veniva descritto come un ingrediente molto apprezzato da cardinali, prìncipi e aristocratici.

La storia dell’allevamento del Salmerino inizia in Trentino nel 1879, anno in cui si costruisce il primo stabilimento: è da questo momento che l’attività e la tradizione del Salmerino si estendono a macchia d’olio in tutto il territorio circostante fino alla costituzione nel 1975 dell’Associazione Troticoltori Trentini. 


Simile alla trota, è caratterizzato da carni grigie o arancioni, di colore bianco acceso sul bordo e verde sul dorso. Quello che rende questo pesce molto pregiato è l’indice di corposità, ossia il rapporto tra la massa e la lunghezza stessa dell’animale. La carne è molto magra, tenera e delicata e queste caratteristiche sono dovute alla peculiarità dell’acqua in cui i pesci vengono allevati, ossia molto abbondante e ben ossigenata. I salmerini infatti crescono in vasche alimentate dalle acque di torrenti o fiumi che si trovano all’interno del territorio definito dal disciplinare, con temperatura e quantità di ossigeno controllati. Tutte le fasi di produzione delle uova, fecondazione, tecniche di allevamento, tipologia e temperatura dell’acqua, lavorazione, confezionamento ed etichettatura sono regolamentate dal disciplinare istituito nel 2013.

Dove puoi trovare questo prodotto

Stagionalità

Il Salmerino del Trentino IGP è allevato tutto l’anno.

Curiosità

È un prodotto venduto fresco e, quindi, facilmente deperibile. Odore e sapore sono delicati e privi di qualsiasi retrogusto di fango.

ASTRO Associazione Troticoltori Trentini, Via Galilei 43, 38015 Lavis (TN)

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017