TARTUFO NERO

Descrizione

Il tartufo nero è un alimento estremamente pregiato e ricercato, le cui prime notizie certe compaiono nella Naturalis Historia di Plinio il Vecchio. Nel I secolo d.C., il filosofo greco Plutarco tramandò l'idea che il prezioso fungo nascesse dall'azione combinata dell'acqua, del calore e dei fulmini, mentre Giovenale ne attribuì l’origine ad un fulmine scagliato da Giove.

Poiché Giove era anche famoso per la sua lussuria, al tartufo da sempre si sono attribuite qualità afrodisiache. Scriveva il medico Galeno: "il tartufo è molto nutriente e può disporre della voluttà".


Il tartufo nero lombardo ha forma e colori variabili a seconda della tipologia e della maturazione, il gusto è dolce e delicato e il tipico profumo penetrante e persistente si sviluppa solo a maturazione avvenuta allo scopo di attirare gli animali selvatici e spargere le spore.

Esiste in tre varietà: Scorzone, Uncinato e Nero pregiato. La produzione è sempre stata di carattere naturale come per i funghi e gli usi sono molteplici: il miglior modo per apprezzarlo è tagliato a fettine con l’olio e un pizzico di sale e pepe. È un alimento versatile che può essere usato in ogni piatto, dall’antipasto al dessert.

Continua

Il tartufo nero è un alimento estremamente pregiato e ricercato, le cui prime notizie certe compaiono nella Naturalis Historia di Plinio il Vecchio. Nel I secolo d.C., il filosofo greco Plutarco tramandò l'idea che il prezioso fungo nascesse dall'azione combinata dell'acqua, del calore e dei fulmini, mentre Giovenale ne attribuì l’origine ad un fulmine scagliato da Giove.

Poiché Giove era anche famoso per la sua lussuria, al tartufo da sempre si sono attribuite qualità afrodisiache. Scriveva il medico Galeno: "il tartufo è molto nutriente e può disporre della voluttà".


Il tartufo nero lombardo ha forma e colori variabili a seconda della tipologia e della maturazione, il gusto è dolce e delicato e il tipico profumo penetrante e persistente si sviluppa solo a maturazione avvenuta allo scopo di attirare gli animali selvatici e spargere le spore.

Esiste in tre varietà: Scorzone, Uncinato e Nero pregiato. La produzione è sempre stata di carattere naturale come per i funghi e gli usi sono molteplici: il miglior modo per apprezzarlo è tagliato a fettine con l’olio e un pizzico di sale e pepe. È un alimento versatile che può essere usato in ogni piatto, dall’antipasto al dessert.

Dove puoi trovare questo prodotto

Stagionalità

Pur iniziando a svilupparsi a settembre matura in pieno inverno, dall'inizio di dicembre all'inizio di marzo.

Curiosità

Il tartufo è sensibile alle condizioni climatiche come i funghi di superficie: per una ricerca fortunata è da preferirsi una stagione piovosa e umida ad una arida e torrida.

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017