MOSTRA DADA 1916. LA NASCITA DELL’ANTIARTE AL MUSEO SANTA GIULIA

Descrizione

DADA 1916. La nascita dell’antiarte” è la nuova mostra allestita al Museo di Santa Giulia.

La più eversiva e dissacrante avanguardia artistica del Novecento arriva a Brescia con la principale mostra realizzata in Italia.

270 opere dei protagonisti della scena Dada, a partire dal 1916 sino alla fine degli anni Venti: Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling.

A questi si affiancano Julius Evola, tra i pochissimi artisti italiani del movimento, i futuristi con opere di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Enrico Prampolini, Francesco Cangiullo, Gino Galli, Carlo Erba e i metafisici Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis e Carlo Carrà.

 

ROMOLO ROMANI 1884-1916 sensazioni, figure, simboli.

In contemporanea alla mostra sul Dadaismo, il Museo di Santa Giulia dedica un tributo a Romolo Romani nel centenario della morte, esponendo le 60 opere di proprietà dei Musei Civici di Brescia che costituiscono, per ampiezza e qualità, il nucleo collezionistico più importante per la conoscenza dell’artista milanese -ma bresciano d’adozione, che fu tra i firmatari del primo manifesto futurista.

Info e prenotazioni mostre

CUP Centro Unico Prenotazioni
Tel. 0302977833 – 0302977834
www.bresciamusei.com
www.dada1916.bresciamusei.com/


Continua

DADA 1916. La nascita dell’antiarte” è la nuova mostra allestita al Museo di Santa Giulia.

La più eversiva e dissacrante avanguardia artistica del Novecento arriva a Brescia con la principale mostra realizzata in Italia.

270 opere dei protagonisti della scena Dada, a partire dal 1916 sino alla fine degli anni Venti: Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling.

A questi si affiancano Julius Evola, tra i pochissimi artisti italiani del movimento, i futuristi con opere di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Enrico Prampolini, Francesco Cangiullo, Gino Galli, Carlo Erba e i metafisici Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis e Carlo Carrà.

 

ROMOLO ROMANI 1884-1916 sensazioni, figure, simboli.

In contemporanea alla mostra sul Dadaismo, il Museo di Santa Giulia dedica un tributo a Romolo Romani nel centenario della morte, esponendo le 60 opere di proprietà dei Musei Civici di Brescia che costituiscono, per ampiezza e qualità, il nucleo collezionistico più importante per la conoscenza dell’artista milanese -ma bresciano d’adozione, che fu tra i firmatari del primo manifesto futurista.

Info e prenotazioni mostre

CUP Centro Unico Prenotazioni
Tel. 0302977833 – 0302977834
www.bresciamusei.com
www.dada1916.bresciamusei.com/


East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

I nostri partner