Award
Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova hanno ottenuto l’award  European Region of Gastronomy  per il 2017, promuovendosi come un'unica destinazione turistica.

East Lombardy

I numeri raccontano la ricchezza del patrimonio enogastronomico offerto dalla Lombardia Orientale - East Lombardy - che riunisce i territori di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova: 22 ristoranti stellati (di cui due 3 stelle), 10 tra i migliori ristoranti nella guida Gambero Rosso, 22 ristoranti Identità Golose.

E poi, la Franciacorta, che è solo il nome più conosciuto di un panorama enologico davvero di rilievo con 2 vini DOCG, 13 vini DOC e 10 vini IGT; e si possono citare anche le acque minerali, come la S. Pellegrino. Inoltre: 16 prodotti DOP, 9 IGP, 11 Presìdi Slow Food, e tanti prodotti artigianali di qualità, valorizzati anche attraverso l’importante presenza delle 8 Strade dei Vini e dei Sapori, che offrono percorsi del gusto e permettono la riscoperta di prodotti di nicchia.

Ancora: 753 agriturismi e 115 fattorie didattiche permettono di presentare a pieno titolo un territorio enogastronomicamente rilevante a livello europeo. 

Per quanto riguarda l’innovazione e la ricerca della qualità nella produzione, secondo i dati del censimento sull'agricoltura condotto dall'ISTAT nel 2010 sono 2.031 le aziende con coltivazioni DOP e/o IGP (6,3% del totale) e 3.884 quelle con allevamenti DOP e/o IGP (29,8% del totale).

Con questi numeri la Lombardia Orientale si posiziona ai vertici delle classifiche relative all’enogastronomia.

Completano l’offerta turistica oltre 143 mila posti letto, una fitta rete di trasporti, due grandi aeroporti, l’alta velocità ferroviaria, una forte presenza di strutture ricettive complementari quali campeggi e B&B.

Offerta turistica

La Lombardia Orientale - East Lombardy - valorizza il patrimonio enogastronomico arricchendo in modo innovativo l’offerta turistica.

Vi saranno percorsi enogastronomici inediti firmati da grandi cuochi, grazie alle perle della cucina che sono presenti nella Lombardia Orientale: paste ripiene, vini, olii, formaggi, prodotti ortofrutticoli sono solo alcuni dei protagonisti degli itinerari del gusto, dell’arte, del sapore, della riscoperta, delle tradizioni.  

Numerosi saranno anche gli appuntamenti legati al cibo e al vino, distribuiti durante il corso dell’anno: dalle piccole sagre alle grandi manifestazione internazionali, come il Festival del Franciacorta, Pianeta Gourmarte o la Festa del Torrone, incluso un grande evento di apertura e di chiusura del 2017. Offriranno opportunità ludiche e di degustazione dei numerosi prodotti tipici locali.

L’enogastronomia e la food experience rappresentano il centro focale d’azione, per sviluppare un’offerta più accattivante, creativa e targetizzata, sempre con un occhio di riguardo alla sostenibilità e al rispetto del territorio.

Il 2016, che vede Mantova Capitale Italiana della Cultura, è un importante momento di lancio per un 2017 dedicato al cibo e al saper fare cibo. Senza dimenticare il Monteverdi Festival, che il prossimo anno celebra i 450 anni della nascita del compositore cremonese, o il conosciutissimo Festival della Letteratura di Mantova.

Oggi sono 11,5 milioni le presenze nella Lombardia Orientale, di cui il 62% stranieri, con una permanenza media di 3,1 giorni. La sfida raccolta dai territori è quella, unendosi, di ampliare la propria attrattività con una strategia che punta a creare un’offerta che sia:

  • maggiormente targetizzata,

  • più vicina alle esigenze del visitatore,

  • più esperienziale ed emozionale, in grado di toccare il cuore, e la mente dell’ospite, prendendolo per la gola,

  • più sostenibile ed eticamente accettabile,

  • più innovativa e più attrattiva con numerosi prodotti.

Filiera corta e rete d'impresa

Ma essere Regione Europea della Gastronomia non è solo questo, bensì anche una strategia basata sulla collaborazione, per favorire lo sviluppo locale socio-economico, attraverso un approccio di rete a filiera corta, che includa in una rete d’impresa i numerosi attori locali, affinché si promuovano attraverso azioni congiunte: attività di sensibilizzazione per la cittadinanza, progetti ad hoc per le scuole, convegni, presentazioni pubbliche e workshop con l’obiettivo di informare e sensibilizzare alla sostenibilità, alla cultura del cibo, alla qualità, alla riscoperta delle tradizioni e all’innovazione. Nella certezza che la cultura passa anche da ciò che mangiamo.

E’ in corso un ampio processo di coinvolgimento degli operatori del territorio attraverso la raccolta di lettere di supporto e la mappatura di manifestazioni di interesse, perché coinvolti siano proprio gli stakeholder, i primissimi mediatori delle eccellenze del territorio. Con questi, dunque, è stato intrapreso un rapporto di confronto diretto, attraverso tavoli di lavoro tematici che si svolgono periodicamente sui territori di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova.

Il progetto è aperto e i soggetti interessati del territorio sono invitati a essere presenti e registrarsi anche sul sito. (Clicca qui per registrare la tua attività su East Lombardy!)

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

I nostri partner