Colazione ideale
La prima colazione: i consigli della nutrizionista

«Prima colazione da re, pranzo da principe e cena da povero». Un altro proverbio recita: «la colazione mangiala tu, il pranzo dividilo con un amico e la cena offrila a un nemico».

In effetti, sempre più studi dimostrano non solo l’importanza della qualità della dieta, ma anche della distribuzione nel corso della giornata di ciò che mangiamo.

È comunemente riconosciuto che la prima colazione sia il pasto più importante della giornata, ma, nella realtà, sempre più adulti (e bambini!) negli ultimi decenni hanno preso l’abitudine di saltare il primo pasto della giornata. L’osservazione del declino del consumo della prima colazione e della parallela crescita dell’obesità ha indotto molti ricercatori a studiare un’eventuale associazione tra i due fenomeni.

Da un punto di vista strettamente nutrizionale la prima colazione è definita come il primo pasto del giorno, consumato all’inizio delle attività quotidiane, entro due ore dal risveglio, generalmente prima delle 10 del mattino, che prevede l’assunzione del 20-35% delle kcal assunte nel corso della giornata. Nel complesso tra la popolazione adulta la cattiva abitudine di saltare la prima colazione è maggiormente frequente tra i giovani, i fumatori, chi cena tardi, gli inattivi, i forti consumatori di alcool e le persone che introducono più kcal del necessario.

Gli studi epidemiologici e di intervento che hanno indagato come il consumo della prima colazione possa avere un valore preventivo e di promozione del proprio benessere permettono di concludere che:

  • consumare quotidianamente la prima colazione ha un effetto benefico sul controllo dei livelli di zuccheri e insulina nel sangue (alterazioni di tali parametri sono l’anticamera di problemi dismetabolici e rappresentano un fattore di rischio sia per malattie cardio-vascolari che tumorali);

  • un counseling nutrizionale che supporti il consumo quotidiano della prima colazione è di aiuto nel migliorare le abitudini dietetiche del resto della giornata.

Consumare una buona e sana prima colazione è importante, e ci permette di cominciare la giornata ponendo subito attenzione alle nostre scelte alimentari. È un errore, tuttavia, pensare che abbiamo bisogno di molti zuccheri semplici appena svegli per recuperare il digiuno notturno: la nostra prima colazione dovrebbe essere un buon mix di scelte, e non un’abbuffata di dolci. Cerchiamo dunque di iniziare ogni giorno assumendo un atteggiamento consapevole nei confronti del cibo e consentendoci di coniugare il gusto con scelte sane. Anche durante la prima colazione limitiamo il consumo di cereali raffinati, prediligendo i prodotti integrali, scegliamo grassi sani, come l’olio extravergine di oliva, favoriamo delle fonti di proteine ad alto valore biologico, come quelle della frutta secca e dei semi oleaginosi, coloriamo il nostro piatto con frutta (e verdura) secondo stagionalità e “località”.

E un ultimo suggerimento arriva all’insegna della varietà: perché consumare sempre la stessa prima colazione? Variamo tra dolce, ma non troppo, e salato. Allora sì che avremo davvero una prima colazione da re!

 

East Lombardy è regione europea
della gastronomia 2017

Main sponsor

Clicca sui loghi per leggere le news

Partner